Come è organizzata la scuola

“Quel che importa al momento attuale è che si radichi completamente la scuola in una vita spirituale libera. Il contenuto dell’insegnamento e dell’educazione deve essere attinto unicamente dalla conoscenza dell’essere umano in divenire e dalle sue disposizioni individuali. Educazione e istruzione devono avere per base un’antropologia conforme al vero.”
Rudolf Steiner

Arco d’oro.
Il nome stesso evoca un’immagine densa di significati simbolici.
Abbiamo pensato ad un arco per scagliare lontano un’intenzione.
Un arco per congiungere due sponde e facilitare il cammino.
Un arco per suonare una musica con uno strumento antico
e sempre nuovo: l’anima.
E lo abbiamo voluto del materiale più prezioso
e lucente che ci sia: l’oro.

 

Come è nata la scuola

Nata nel 2017, su impulso della consolidata comunità educante formatasi in seno all’Associazione “La Primula”, la Cooperativa Sociale Onlus L’Arco d’Oro gestisce la scuola primaria e secondaria di primo grado secondo i principi pedagogici proposti da Rudolf Steiner e conta  attualmente oltre cento tra bambini e ragazzi.

La  sede si colloca nel quartiere romano  di  Rebibbia,  all’interno  di  un  plesso scolastico pubblico che, da qualche anno, è concesso in affitto alla nostra scuola.

L’Arco d’oro si  propone,  con  spirito mutualistico  e  senza fini speculativi, di perseguire l’interesse generale della promozione umana e dell’integrazione sociale dei cittadini, attraverso la gestione di servizi sociali ed educativi.

L’obiettivo è quello di conseguire finalità di solidarietà sociale, di istruzione e formazione, per assicurare le migliori condizioni di vita sotto il profilo morale, culturale e materiale e per prevenire e ridurre le condizioni di bisogno, rischio, emarginazione e disagio sociale. (art. 9 – TITOLO IV dello Statuto).

Un ciclo unico, dalla I all’VIII classe (6-14 anni)

Il ciclo scolastico unico dalla I all’VIII classe rappresenta un percorso pedagogico unitario che sintetizza ciò che tradizionalmente è definito Scuola Primaria e Secondaria di primo grado.

Ogni disciplina è portata dal maestro in modo”artistico”, attraverso un lavoro che affianca alle discipline tradizionali attività musicali, teatrali, pittoriche, di modellaggio, di scultura, di euritmia: un lavoro teso a rintracciare i fili che collegano le cose tra di loro e all’uomo stesso.

Soprattutto nelle prime classi si lavora in modo creativo e ricco di immagini, per giungere gradualmente,  in un secondo tempo, allo sviluppo del pensiero logico-razionale e alla sistematizzazione scientifica.

Pur perseguendo gli obiettivi di apprendimento indicati nelle attuali disposizioni ministeriali, il percorso è modulato sulla base delle fasi di crescita del bambino, alla luce degli insegnamenti dell’antropologia evolutiva su cui si fonda la pedagogia di Rudolf Steiner.

Durante tutto il ciclo formativo, si presta particolare attenzione alle relazioni umane: il bambino in questa fase,comprende di non essere solo e inizia a confrontarsi con altri coetanei, con un gruppo, e  con una nuova figura di adulto, il maestro, in cui ripone fiducia e attenzione, cogliendone la giusta autorevolezza. Si avvia così e si coltiva lo sviluppo di un’armonica e sana vita sociale.

Gli insegnanti Waldorf

Gli insegnanti Waldorf,  grazie allo studio degli insegnamenti di base dell’antroposofia – come sono stati dati da Rudolf Steiner – riconoscono il lavoro interiore quale fonte necessaria di ispirazione per le attività svolte in classe. Ogni insegnante, oltre al titolo di studio previsto dalla legge, ha seguito specifici corsi di formazione che abilitano all’insegnamento nelle scuole Steiner-Waldorf.
Alla formazione iniziale segue un costante lavoro di autoeducazione, ricerca ed aggiornamento gestito dagli stessi centri di formazione, dalle associazioni nazionali competenti e dalle singole scuole. Tra le finalità dell’autoeducazione assume particolare rilievo la creazione delle condizioni in cui gli allievi vivono, affinché possano crescere in ambienti sereni ed apprendere con vivo interesse, in virtù della freschezza e dell’entusiasmo con cui gli educatori portano le materie di insegnamento.

Quanto costa?

Il sostentamento economico della Scuola è reso possibile dalle quote versate dalle famiglie.

La quota mensile è fissata dal CDA ed è calibrata sulle possibilità economiche delle famiglie.

Ulteriori contributi giungono dalle donazioni e dalla vendita dei giocattoli e degli oggetti realizzati a mano dagli stessi genitori nei bazar allestiti in occasione delle feste scolastiche.

L’organizzazione

La Cooperativa Sociale Onlus L’Arco d’Oro è così composta:

  • Collegio dei docenti: ne fanno parte tutti i maestri, si occupa delle attività educative ed orienta l’azione pedagogica dell’intera comunità educante;
  • Consiglio di Amministrazione: è formato da un gruppo di genitori e maestri, periodicamente eletti dall’Assemblea, e si occupa della gestione economica e organizzativa della scuola;
  • Genitori: costituiscono un sostegno morale e materiale della scuola, partecipando attivamente al suo sostentamento, alla manutenzione e all’arricchimento della vita della comunità attraverso iniziative e proposte fatte in funzione delle propria creatività, interesse e  possibilità.

Laboratori e gruppi di lavoro, composti da genitori, insegnanti ed amministratori  si assumono concretamente parte del lavoro organizzativo della scuola, attraverso la preparazione delle feste, i lavori di manutenzione e di giardinaggio, la collaborazione alla realizzazione del programma culturale e di ogni momento di incontro, di scambio e di relazione tra tutte le persone appartenenti alla scuola.

I gruppi di lavoro si arricchiscono con l’apporto di tutti. La loro presenza è indispensabile perché ognuno possa fare l’esperienza di condivisione di impegno e responsabilità che caratterizza qualunque comunità solidale.